Sapori unici della pizzeria con forno a legna

La pizza per gli italiani ha un valore speciale. Tra i piatti nazionali più famosi al mondo, ha una storia che si radica nella tradizione del nostro Paese. Cuocere la pizza nel forno elettrico o nel forno a legna influisce nettamente sul sapore. La classica pizza napoletana, saporita e con i bordi alti, quella che tutti conoscono e amano è cotta nel forno a legna. Basta provarla solo una volta per restarne innamorati!

Come funziona un forno a legna?

Il forno a legna viene costruito con la pietra refrattaria, un materiale decisamente resistente al calore. Sottoposto a temperature altissime, questa non si altera ed è in grado di ridistribuire il calore uniformemente e in modo costante. La cottura nella pizzeria con forno a legna avviene attraverso tre processi distinti: per irraggiamento, per convenzione e per conduzione. Il primo prevede l’accumulo del calore nella volta del forno a legna e il rilascio direttamente sull’impasto in cottura. Il secondo è frutto delle correnti di calore che si generano all’interno del forno grazie alla legna che arde, mentre con il terzo, il calore viene irradiato dal piano che funge da base del forno.

Cottura uniforme e il segreto del legno

La pizzeria con forno a legna sfrutta le caratteristiche di questa struttura. Il calore che si genera sottoforma di correnti calde si irradia in maniera uniforme, si mantiene e si distribuisce costantemente e in modo uniforme, permettendo una cottura perfetta della pizza. Il segreto del sapore viene dall’utilizzo del legno. In quanto materiale organico che brucia, questo rilascia degli aromi che penetrano nell’impasto, donando un sapore unico e ben differente rispetto a quello delle pizze cotte nei forni elettrici. Chiaramente, il sapore cambia a seconda della tipologia di legno utilizzata. Sta al pizzaiolo scegliere quella che per lui è la migliore.

Se vuoi gustare il vero sapore della pizza cotta a legna, vieni da Pizzeria La Cantina, a Istia d’Ombrone, Grosseto. Ti aspettiamo!